Pagus

Dichiarazione Età

I declare that I am of the age required by law for the purchase of alcoholic beverages.

Dichiaro di avere l’età richiesta dalla Legge per l’acquisto di bevande alcoliche.

Confirm

This site uses cookies to provide you with a more responsive and personalised service. By using this site you agree to our use of cookies.
Please read our cookie notice for more information on the cookies we use and how to delete or block them.

Prosecco and UNESCO: un binomio vincente

Prosecco and UNESCO: un binomio vincente

06 July 2021

Le splendide colline di Conegliano e Valdobbiadene, patria del famoso Prosecco Superiore DOCG, sono state appena inserite nella lista dei patrimoni dell’umanità dell'UNESCO. Il sogno si è avverato il 7 luglio 2019, a Baku, in Azerbaijan, durante il 43° incontro del Comitato Unesco con 21 “sì” su 21. È un risultato di cui siamo tutti orgogliosi, nonché l’occasione perfetta per stappare un po' di bottiglie del nostro amato spumante.

Un percorso lungo dieci anni

Questo grande risultato non è stato raggiunto dall'oggi al domani, quest’area ha impiegato più di dieci anni per entrare finalmente nella lista UNESCO. Tutto è iniziato nel 2008, quando il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG, ha deciso di dare il via al progetto per rendere questa terra Patrimonio dell'Umanità. All'inizio non è stato facile, si pensi per esempio al luglio 2018, quando l’area non ha raggiunto l’obiettivo per soli due voti. Ma si sa, gli italiani sono testardi e non si arrendono così facilmente. Siamo tornati quest'anno puntando non solo sulla bellezza del paesaggio, ma anche sulle peculiarità che rendono Conegliano e Valdobbiadene così unici.

Mill in the Prosecco area

Molinetto della Croda, mulino del XVII secolo a Refrontolo

Tre cose speciali su Conegliano e Valdobbiadene

Le colline di Conegliano e Valdobbiadene sono il 10° sito mondiale che entra parte della categoria “paesaggi culturali”. Questo elenco raccoglie i luoghi in cui il lavoro dell'uomo e la natura hanno costruito un legame speciale nel corso dei secoli. Ecco gli altri 9 siti:

  • Alto Douro – Portogallo,
  • Tokaj – Ungheria,
  • Isola di Pico – Portogallo,
  • Lavaux – Svizzera,
  • Langhe Roero e Monferrato – Italia,
  • Champagne – Francia,
  • Borgogna – Francia,
  • Saint-Emilion – Francia,
  • Wachau – Austria

Le colline di Conegliano e Valdobbiadene rappresentano una piccola zona tra Venezia e le Dolomiti situata nella provincia veneta di Treviso e hanno davvero qualcosa di speciale. Prima di tutto per quanto riguarda il loro suolo e la loro morfologia. Sono caratterizzati dai cosiddetti pendii a schiena d’asino, colline molto ripide, abbastanza difficili e pericolose da lavorare. Per questo motivo, le persone hanno dovuto trovare un modo per sfruttare al meglio il lavoro agricolo nei campi e adattarsi a questo paesaggio non così facile.

Un'altra caratteristica tipica di questa zona è sicuramente il ciglione, un particolare sistema di terrazzamenti dove il terreno non è tenuto fermo dai sassi come di solito avviene in molte altre zone di produzione vinicola (come la Valpolicella). Nelle terre del Prosecco invece vignaioli e viticoltori hanno utilizzato terrazzamenti erbosi per impedire al terreno di muoversi ed evitare l'erosione del suolo. Il risultato di questi due elementi è un meraviglioso paesaggio a mosaico dove piccoli vigneti, boschi e zone erbose convivono uno accanto all'altro creando un meraviglioso ecosistema.

View on Conegliano and Valdobbiadene landscape

Vista sul paesaggio di Valdobbiadene

Un traguardo e un nuovo inizio

L'obiettivo raggiunto domenica è sicuramente un grande risultato, ma non rappresenta un punto di arrivo, anzi è un vero e proprio punto di partenza per il futuro di Conegliano e Valdobbiadene. Ecco perché, ad esempio, l'area sta lavorando per diventare un ambiente privo di pesticidi. La tutela della biodiversità è infatti una priorità per preservare la bellezza e l'ecosistema del paesaggio. Stessa cosa per l'enoturismo: deve rispettare la filosofia dei viticoltori, i loro vigneti, il loro lavoro e mostrare alle persone il tesoro che questa zona nasconde. E questo è esattamente ciò che fa Pagus. Pronto a scoprire le colline del Prosecco, visitare alcune cantine a conduzione familiare e degustare alcuni dei più famosi spumanti d’Italia? Allora unisciti a noi nel nostro tour del vino Prosecco e fatti conquistare dalla bellezza di questa zona.

Cantina di Prosecco

Lascia un commento

Leggi altre news

Resta in contatto